Siti web, quali sono le principali differenze? 

Siti web, quali sono le principali differenze? 

I siti internet non sono tutti uguali. Nel vastissimo e variegato mondo del web è possibile navigare tra una grande varietà di siti web, che presentano funzionalità, interfaccia e caratteristiche completamente differenti, dall’acquisto di beni e servizi online alla ricerca di informazioni. Cerchiamo insieme di capire di più nell’articolo di oggi. 

Che cos’è un sito web o sito internet? 

Un sito web, anche detto sito internet o web site, è quell’insieme di pagine caricate su un server, connesse tra di loro attraverso dei link e raggiungibili attraverso uno specifico url, chiamato anche dominio. 

I siti internet si differenziano tra di loro per la diversa struttura e tecnologia usata e si distinguono in due principali categorie: 

SITI STATICI: I siti web statici sono costituiti da pagine statiche e presentano contenuti di sola lettura. Possiamo quindi affermare che nel sito web statico per ogni piccola modifica essendo pagine non modificabili saremo costretti a contattare un webmaster, comunicandogli le modifiche e lui provvederà ad apportarle. 

Tuttavia, le pagine statiche oggi non sono più utilizzate.  

SITI DINAMICI: I siti web dinamici sono formati da pagine web dinamiche, appunto, e rappresentano la maggioranza dei siti presenti online, poiché sono più semplici da gestire e più facilmente aggiornabili. 

I siti web dinamici sono caratterizzati da una grande interazione fra utente e sito: questa interazione può avvenire in modi diversi come, ad esempio, tramite l’e-commerce e l’acquisto di un servizio/prodotto, tramite la compilazione del modulo contatti o con l’iscrizione alla newsletter. 

Inoltre, i siti dinamici hanno il netto vantaggio di ridurre i costi di manutenzione, la gestione è semplificata e consentono l’aggiunta di plugin che possono modificare profondamente le funzionalità.   

Vediamo ora insieme le diverse tipologie di siti web e piattaforme presenti online. 

Sito vetrina 

Il sito web vetrina nasce dalla principale esigenza di presentare un’azienda e le sue caratteristiche sul web. L’obiettivo è quello di aumentare la brand awareness, cioè di permettere al pubblico di riferimento di conoscere e prendere consapevolezza del brand e di cosa offre sul mercato. Si tratta di un sito composto generalmente da un numero esiguo di pagine, che svolge dunque la funzione di “biglietto da visita” digitale con cui si presenta un’azienda, i prodotti o i servizi offerti, i suoi valori e i suoi punti di forza. All’interno di questo contenitore digitale vengono inserite le informazioni più importanti come ad esempio l’indirizzo dell’azienda o i contatti utili.   

Sito e-commerce 

Un E-commerce (commercio elettronico) è un sito web che si differenzia dai siti vetrina in quanto ha come scopo quello di vendere online Beni o Servizi (da un semplice negozio di abbigliamento ad un’agenzia di Viaggi), indipendentemente dal metodo di consegna o di pagamento. 

Quando parliamo di e-commerce, è possibile distinguere tra quattro tipologie diverse di vendita online a seconda di chi mette a disposizione i propri prodotti o servizi e chi invece compie l’atto dell’acquisto vero e proprio. 

E-Commerce B2C. “B” sta per business, ossia l’azienda che, in questo caso, vende al C, il consumer, ossia il cliente. Questo è lo scenario più comune attraverso cui l’azienda vende ai propri clienti tramite internet. 

E-commerce B2B. Business che vende ad un altro business. Si tratta, ad esempio, del caso in cui le aziende riforniscono di beni o servizi altre aziende.  

E-commerce C2C. Consumer to Consumer, ossia cliente a cliente. Sono nate, negli ultimi anni, alcune piattaforme infatti che offrono la possibilità di poter vendere oggetti personali (es: di seconda mano). 

E-commerce C2B. Consumer che vende al business. Questo può essere, ad esempio, il caso di autori che vendono i propri libri a grandi aziende come Amazon o altri Marketplace. 

Sito Web Portfolio   

Si tratta principalmente di un progetto web realizzato per mostrare i propri lavori ad aziende o altri attori interessati. Nella maggior parte dei casi è composto da una gallery fotografica o video in evidenza. Per chi lavora, ad esempio, nel campo della creatività, come graphic designer, videomaker, fotografi o artisti, il portfolio online è un biglietto da visita per mostrare i lavori e trovare clienti. 

Aggregatore 

Possiamo definire l’aggregatore come un grande centro commerciale in cui ogni brand ha il suo spazio per mettersi in mostra e cercare di fare la differenza. Mettendo a disposizione un’infinita quantità di prodotti e di marchi, i comparatori hanno una maggiore visibilità e una mole di traffico importante, oltre ad offrire informazioni dettagliate ai propri partner su cosa cercano gli utenti per poter migliorare l’offerta. 

Una delle tipologie innovative di aggregatore sono i cosiddetti motori di confronto online. Si tratta di applicazioni web che, a fronte di alcune informazioni ricevute da parte degli utenti, sono in grado di andare a perlustrare nel web le offerte relative ad un determinato prodotto o servizio, così da riportare sulle proprie pagine, in forma aggregata, i migliori risultati ottenuti.  

Esistono anche degli aggregatori, che hanno il preciso scopo di ricercare informazioni concernenti i principali avvenimenti o fatti di cronaca e di inserirli in un contenitore. Gli aggregatori di notizie raccolgono informazioni da tutta Internet e le forniscono in un’area comoda per i visitatori. 

Forum di discussione 

Con questo termine s’intende essenzialmente un sito internet basato sulla discussione, con un sistema di commenti e pubblicazione di argomenti da parte dei lettori che si iscrivono alla community online. 

Si tratta di un’entità che fa parte dell’equilibrio web: i forum di discussione operano da sempre su internet per chiarire dubbi e alimentare il confronto. Solitamente un forum richiede la registrazione di un account per poter accedere al suo interno e partecipare alle discussioni presenti tra le varie sezioni delle sue pagine, che possono essere suddivise per argomento. 

Sito Web di Infopreneur 

I siti Web di Infopreneur si sovrappongono un po ‘con i siti Web aziendali e di e-commerce, ma rappresentano un tipo molto diffuso di attività online. Gli infopreneurs normalmente creano un mix di preziosi contenuti gratuiti come video, webinar e corsi, e contenuti premium a pagamento. Il sito Web di infopreneur funge da posizione centrale per entrambe le cose: il contenuto gratuito che rappresenta lo strumento di marketing per portare le persone sul sito e i prodotti a pagamento che rappresentano la fonte di guadagno. Costruire un buon sito Web è quindi fondamentale per questo tipo di modello di business. 

E tu sei pronto a dar vita al tuo progetto digitale? 
 
Al giorno d’oggi tutti hanno un sito web. Pochi, però, possono dire di essere presenti online con uno spazio di vera qualità. Un sito web, per fare la differenza, deve essere responsive e progettato in maniera sartoriale e professionale. 
Contattaci per saperne di più sui nostri servizi web, ti aiuteremo a scegliere la soluzione più adatta alle tue esigenze! 

Vuoi essere aggiornato e seguire i nostri articoli? Iscriviti alla newsletter
Potrebbe interessarti anche

Più social e più digitalizzazione per le piccole e medie imprese

Una ricerca Ipsos, commissionata da Meta, rivela che in Italia il 60% delle piccole e medie imprese è sopravvissuto alla Pandemia da Coronavirus grazie all’innovazione. E che il 66% delle attività oggi sono più forti e redditizie grazie all’uso delle piattaforme online, incluse app e messaggistica. Il grado di digitalizzazione delle Imprese Italiane Nonostante i […]

Web agency: cos’è, di cosa si occupa e perché è fondamentale per la tua azienda 

Stai cercando qualcuno che garantisca visibilità alla tua azienda sul web, che metta a punto una strategia di web marketing personalizzata a 360°e che ti consenta di aumentare vendite o lead? Allora stai cercando una web agency come noi!  Negli ultimi anni l’universo web si è sempre più evoluto, acquisendo maggiore complessità e specificità a seconda […]