Local Seo: Ecco come farti trovare dagli Utenti Locali

Local Seo: Ecco come farti trovare dagli Utenti Locali

Sei un professionista? Hai un’attività locale? Possiedi una piccola-media impresa? Vuoi che gli utenti nelle vicinanze ti trovino ed entrino fisicamente nel tuo negozio/ufficio/attività? Ciò di cui hai bisogno è attivare una strategia marketing di Local Seo.

Local Seo: cos’è? La definizione

La Local SEO è il posizionamento locale/geolocalizzato di un sito web sui motori di ricerca. L’obiettivo è di intercettare, mediante strumenti digitali, l’intenzione dell’utente che effettua la ricerca, per far sì che questi entri fisicamente in negozio. Ecco la definizione: La Local SEO si occupa di aumentare la visibilità di attività locali all’interno di ricerche con intenzioni locali”.

Ecco come attivare una strategia di Local Seo.

Local Seo e Seo standard: c’è differenza?

Qual è la differenza tra la Local Seo e la Seo Standard? Possiamo affermare che il primo è un sottoinsieme del secondo. Se possiedi un’attività devi sì focalizzarti sulle keyword locali, ma anche sfruttare i cosiddetti ‘micromomenti’. Cosa sono?

I micromomenti sono quegli istanti nell’arco della giornata in cui si manifesta una necessità, un bisogno o una curiosità che vengono soddisfatti tramite una consultazione online.

Esempio: sono per strada e decido di andare a mangiare una buona pizza—> per trovare una pizzeria nelle vicinanze—> effetto una ricerca su smartphone-–> visualizzo i risultati della SERP—> scelgo quella meglio recensita-–> mi dirigo fisicamente verso la pizzerie prescelta.

Il trucco è farsi trovare sempre e ovunque!

Local Seo: un po’ di dati

Un po’ di dati?

  • 1 ricerca su 3 su smartphone è di tipo locale;
  • Il 56% delle ricerche da mobile hanno intento locale;
  • Il 50% di chi effettua una ricerca dal proprio smartphone visita il negozio entro 1 giorno; 
  • Il 63% entra nel negozio dopo poche ore;
  • Il 78% delle ricerche locali si conclude con un acquisto nel negozio fisico.

A conferma di ciò, secondo questo articolo di Think with Google, in USA le ricerche da cellulare con la chiave “near me” sono duplicate rispetto all’anno precedente

ricerche-local

A chi si rivolge la Local SEO?

  • Piccole-medio imprese che desiderano aumentare le opportunità di visibilità
  • Medie e grandi imprese con diverse sedi distribuite sul territorio o con una rete di negozi di proprietà, i cui risultati sulle SERP locali possono aiutare gli utenti che ricercano informazioni sulle attività nelle vicinanze o che cercano una sede specifica.

E a chi non si rivolge la Local SEO?

  • Ad aziende che si occupano esclusivamente di servizi online o senza contatto diretto con il pubblico
  • A brand che operano sul territorio attraverso intermediari e rivenditori indipendenti.

Intenzioni di ricerca: 3 tipologie di ricerche locali

Ma gli utenti come effettuano le ricerche locali? Cosa digitano? A livello di ricerca, indichiamo tre tipologie di ricerche locali:

  1. Ricerche basate sul nome dell’attività: il risultato mi darà una pagina che presenta il Knowledge Graph, dove sono visibili tutte le informazioni dell’attività;
  2. Ricerche generiche con intenzioni locali e localizzazione geografica: se scrivo solo “ristorante” e se siamo localizzati a Napoli, i risultati mi indicheranno i ristoranti a Napoli, con il box sopra citato;
  3. Ricerche generiche localizzate (con e senza localizzazione geografica): in questo caso, se scrivo “ristorante Napoli”, i primi risultati mi rimanderanno a quei siti che hanno ottimizzato le parole chiave “ristorante” e “Napoli”.

Le Serp: come visualizzare i risultati?

Le pagine dei risultati di ricerca cambiano completamente a seconda della localizzazione impostata o rilevata in automatico dallo smartphone nel momento in cui effettuiamo la ricerca. Nello specifico, per le ricerche localizzate la pagina dei risultati (SERP) può presentare tre diverse configurazioni:

  1. Box con mappa: se cerchiamo un bar, emergono i risultati dei bar del luogo in cui ci troviamo, e accanto compare un box di Google Maps dove si può vedere la localizzazione di queste attività;
  2. Box con Knowledge Graph: se si cerca il nome di un’attività specifica, sulla destra della SERP, appare un box della scheda di Google My Business tutte le informazioni che questa scheda contiene;
  3. Box per hotel e ristoranti: Google ha inserito recentemente questa funzione, attraverso la quale, per chiavi di ricerca come “hotel” e “ristorante”, ha inserito nella SERP un box dove si possono scorrere i risultati più rilevanti a seconda della localizzazione impostata.

Google My Business: cos’è?

Alla base della Local SEO, c’è l’ottimizzazione del profilo aziendale su Google My business. Ma cosa contiene una scheda My Business?

Google My Business nasce come fusione di Google Maps, Google Plus, Google Plus Local e Google Places, ed è una scheda che contiene tutte le informazioni rilevanti per un’azienda, come indirizzo, numero di telefono, il sito web, la posizione su Google Maps e gli orari di apertura/chiusura. Contiene inoltre le foto, le immagini/video dell’attività e la descrizione dell’attività e dei prodotti.

google-mybusiness

Tra le ultime novità, Google sta testando la chat direttamente sul Local Knowledge Panel. ll messaggio arriva tramite SMS (il telefono è lo strumento più utilizzato dai piccoli business) e occorre interagire. C’è anche una pagina pubblica che illustra il test in corso: https://support.google.com/business/answer/7177958

11 Informazioni che la tua strategia di Local Search deve soddisfare tramite Google My Business

Ma quali sono le informazioni che l’attività deve dunque fornire all’utente sulla scheda di Google My Business?

  1. Immagine di profilo ad alta definizione, possibilmente del logo quadrato;
  2. Come raggiungere la destinazione;
  3. L’indirizzo esatto;
  4. Il numero di telefono;
  5. Gli orari di apertura/chiusura;
  6. Il giorno di chiusura;
  7. Descrizione dei prodotti e dell’attività che abbia all’interno dei link verso le pagine del sito;
  8. Le recensioni dei clienti;
  9. Eventuali info sul parcheggio;
  10. Foto e video descrittivi, ad alta definizione;
  11. Impostare orari speciali per i giorni in cui la tua attività apre a orari diversi, come festività o eventi speciali

In base a cosa Google posiziona i risultati di ricerca locale?

Google posiziona i risultati locali, principalmente in base a questi 3 fattori:

• Rilevanza: la tua scheda local coincide con quello che l’utente sta cercando?

• Distanza: questo fattore indica quanto è distante un risultato di ricerca dalla località impostata nella ricerca

• Prominenza: indica la popolarità/importanza della tua attività. Recensioni, link, articoli, valutazioni positive, aiutano ad accrescere l’importanza del business.

Chi vuole farsi trovare (titolare dell’attività) ha dunque il dovere di offrire servizi chiari e mirati alla clientela locale. Deve cioè rispondere in maniera esauriente ed efficace alle ricerche effettuate dall’utenza.

E tu, vuoi aumentare la tua visibilità e farti trovare più facilmente dagli utenti locali? Hai domande sulla Local Seo?

Vuoi essere aggiornato e seguire i nostri articoli? Iscriviti alla newsletter
Potrebbe interessarti anche

Leggi tutti gli articoli

Coronavirus: cosa fanno gli italiani in casa? Ce lo dice Google

Analizzando i trends di ricerca dal 25/02/2020 al 20/03/2020 si nota che a farla da padrone è il Coronavirus.

Coronavirus Italia: attenzione agli articoli clickbait (come questo)

Le riceche su Google si concentrano su tutto quello che riguarda il Coronavirus, psicosi e Fake News comprese.