Come essere in prima pagina su Google? Le bugie più diffuse sulla SEO 

Come essere in prima pagina su Google? Le bugie più diffuse sulla SEO 

Tra le tante bufale che girano oggi sul web ce ne sono tantissime che riguardano il web marketing, e tra queste le principali riguardano senza dubbio riguardano l’ottimizzazione per i motori di ricerca e Google in particolare. Alcune, hanno finito con il tempo, per diventare reali per il senso comune… 

Prima di entrare nel dettaglio di questa guida e spiegarti come essere in prima pagina su Google (senza frottole) potrebbe esserti utile conoscere quali sono le soluzioni a tua disposizione e le loro principali differenze. 

Parliamo principalmente delle due strategie più comuni messe in campo per un corretto posizionamento di un sito web o un e-commerce: la SEO e la SEA. 

Se ti stai chiedendo quali sono le principali differenze tra le due attività appena citate, devi sapere che un’attività SEO richiede molto tempo per ottenere i primi risultati (alcuni mesi, a volte anche anni se si hanno competitor autorevoli) ma, nonostante sia una disciplina lenta, è duratura e stabile nel tempo. Contrariamente, l’attività SEA consente di ottenere subito visibilità che, però, termina con la fine della campagna a pagamento di annunci. 

Come essere in prima pagina su Google e Perchè? 

Prima di capire come posizionarsi tra i primi risultati su Google, è necessario comprendere quanto sia estremamente importante imparare come rendersi visibili rispetto ai competitors. 

Sicuramente anche tu quando stai cercando qualcosa online ti soffermi sui primi risultati della lista, poi magari trovi subito ciò che ti serviva e di conseguenza ignori tutti gli altri siti o e-commerce che sono arrivati troppo tardi. 

Altre volte magari, più che scorrere tutti i risultati, se i primi non ti soddisfano, ma si tratta di un caso su 100. 

Hai presente la SEO? No? Allora è arrivato il momento che te la presentiamo. 

Si tratta dell’acronimo inglese di Search Engine Optimization e, seguendone i vari fattori, potrai ottimizzare un sito per i motori di ricerca, aspirando ad essere presente tra le prime posizioni. 

Se vuoi aumentare visite e vendite in modo gratuito, è la strategia più adatta a te! 

Posizionarsi organicamente in prima pagina per una specifica keyword, significa essere considerati i migliori, quindi più meritevoli di consultazione rispetto ai nostri concorrenti. È una condizione complessa da ottenere e che si ottiene a lungo termine, dopo svariati mesi di lavoro, svolto ovviamente da professionisti. 

Difatti, per ottenere un posizionamento organico, sarà indispensabile affidarti ad un’agenzia SEO qualificata oppure a un Consulente SEO esperto. 

Le bugie più diffuse sulla SEO e sul posizionamento 

Internet è un posto in cui si svolge la più grande battaglia dell’informazione al mondo al giorno d’oggi. Tutti possono dire la loro opinione su ogni argomento e spacciarsi per guru del settore.  

L’attività SEO, al contrario, si compone di molteplici fasi più o meno complesse, sia dal punto di vista strategico che strettamente operativo.   

Cerchiamo insieme di sfatare alcuni miti e bugie sulla SEO e sul posizionamento sui motori di ricerca più comuni sul web. 

1. È possibile essere tra i primi 10 risultati di Google in poco tempo 

In realtà un sito deve superare diversi milioni di altri risultati in SERP, ragion per cui capirai che posizionarsi realmente in prima di pagina di Google è’ qualcosa che si raggiunge solo con moltissimo sforzo e lavoro duro. 

2. Il posizionamento SEO in prima pagina è sempre garantito 

Questa affermazione è la più grande delle bufale sui motori di ricerca. Chiunque vi dica questa frase è un venditore di fumo… se fate ancora in tempo allontanatevi! 

Nessun consulente SEO o web agency qualificata vi dirà mai questa frase giacché il posizionamento non è mai garantito!  

3. In soli due mesi possiamo arrivare in prima pagina di Google 

Come già detto in precedenza la SEO è un lavoro continuo e che mette in campo diversi aspetti. Sono necessari come minimo alcuni mesi di modifiche, aggiustamenti, aggiornamenti, presenza sui social network, creazione di contenuti ottimizzati ed in target con le ricerche degli utenti e così via… 

Per non parlare delle attività locali, o internazionali, le quali hanno bisogno di una duplice strategia. 

4. Quante più parole chiave utilizzi più hai possibilità di posizionarti per primo

Un’altra grande bufala sulle attività legate alla SEO è quella sull’utilizzo delle keyword. Non solo riempire in maniera compulsiva il tuo sito di parole chiave non ti aiuterà a raggiungere le prime posizioni, ma addirittura può costarti una penalizzazione. Infatti questa pratica andava bene per le strategie attuate nei primi anni del 2000, non ora e dopo gli aggiornamenti di algoritmo che ci sono stati, aggiornamenti che premiano al contrario contenuti scritti per gli utenti e non per il motore di ricerca. 

5. Chi meglio di noi può aiutarti con la SEO, siamo partner certificati di Google! 

Presta attenzione a chi si presenta come “partner certificato Google”, come se questo significasse automaticamente maggiore affidabilità dal punto di vista SEO. Nessuno ha una “relazione speciale” con Google, a meno che non sia Google. Non esistono scorciatoie in grado di farti scalare più in fretta le classifiche.   

Questa sono le principali bugie e miti sulla SEO diffuse tra i vari siti web o esperti e consulenti. Ma ve ne sono di tantissime altre. A te quante ne hanno raccontate? 

Affidati ad Emmemedia per ricevere una consulenza sulla strategia SEO migliore per le tue esigenze!  

Vuoi essere aggiornato e seguire i nostri articoli? Iscriviti alla newsletter
Potrebbe interessarti anche

Sito Web Gratis? Anche no. Scopri perché non conviene! 

In rete sempre più spesso è possibile trovare siti web che offrono la creazione di e-commerce o altri siti gratis. In questo articolo scopriremo in cosa differiscono dal lavoro di un professionista e perché una azienda o un privato, deve scegliere piuttosto di optare per l’intervento di una web agency esperta.  Iniziamo dalle basi: cosa si intende […]

SEO Trends 2023: come cambia il posizionamento sui motori di ricerca 

L’algoritmo di Google per l’indicizzazione SEO dei siti web e degli e-commerce è in continuo mutamento ed aggiornamento. Come cambia quindi il posizionamento sul motore di ricerca nel 2023? Quali strategie adottare? Scopriamo insieme nell’articolo di oggi alcune best practice da adottare per la tua azienda.  Google: come funziona nel 2023  Su Google vengono effettuate […]