10 buoni motivi per avere un’app aziendale

10 buoni motivi per avere un’app aziendale

Whiteboard

Emmemedia Blog / Il Blog di Emmemedia

10 buoni motivi per avere un’app aziendale

Stai pensando di realizzare un’app aziendale ma non sei certo che ne valga la pena? Ecco 10 buoni motivi per avere un’app aziendale

10-buoni-motivi-per-avere-un’app-aziendale

Il 2016, non ci stancheremo mai di ripeterlo, è stato l’anno del mobile. In Italia come nel resto del mondo il traffico da dispositivi mobili aumenta in maniera inversamente proporzionale a quello da dispositivi fissi: questo significa che gli utenti del web preferiscono connettersi e navigare sempre più spesso da smartphone che da computer.

Il mobile marketing è il futuro per molti motivi: ne abbiamo parlato spesso negli ultimi tempi, in due articoli del nostro blog che puoi trovare qui e qui.

In questo scenario, avere un’app aziendale si può rivelare un grande vantaggio per le imprese, e per molteplici motivi: se non sei ancora convinto di voler affrontare questo investimento, ecco 10 buoni motivi per cui, secondo noi, dovresti assolutamente avere un’app aziendale.

10 buoni motivi per avere un’app aziendale

Un’app aziendale, in questo momento storico, può offrirti numerosi vantaggi competitivi rispetto alle altre aziende: soprattutto per chi ha un’e-commerce, realizzare un’app aziendale è un upgrade necessario che ti permetterà di incrementare le vendite migliorando la user experience e l’accessibilità dei contenuti.

  1. Più valore al tuo brand

Avere un’app aziendale fa aumentare il valore percepito del tuo marchio: l’icona dell’app, una volta scaricata sullo smartphone, aumenta il senso di presenza del brand agendo come una sorta di pubblicità per il marchio.

Un’azienda che ha un app viene percepita dai clienti come un vero e proprio brand, con tutte le conseguenze positive che ne derivano in termini di brand reputation.

  1. Maggiore visibilità

Un’app aziendale oltre a dare un valore aggiunto al tuo brand fa anche aumentare la sua visibilità: il tuo marchio sarà presente nei PlayStore e AppStore, oltre che sugli smartphone dei tuoi clienti, e avrà in questo modo la possibilità di usufruire di nuove vetrine e nuovi canali di awareness.

  1. Filo diretto con i tuoi clienti

L’app aziendale, una volta scaricata sullo smartphone, fa entrare il tuo brand nelle tasche dei tuoi clienti: questo ti permette di restare in contatto con loro 24h, in molti modi diversi che vedremo più avanti.

Avere un’app aziendale significa instaurare un filo diretto con il cliente, senza intermediari e sempre a portata di tap.

  1. Migliore esperienza di navigazione e acquisto

Gli utenti preferiscono navigare sulle app per molti motivi.

Realizzare un’app aziendale è un modo per offrire ai tuoi clienti una migliore esperienza di navigazione e di acquisto, perché il fatto che l’app sia progettata per mobile rende più semplice effettuare tutte quelle operazioni che spesso risultano più complesse quando si naviga un sito da dispositivo mobile.

  1. Feature aggiuntive che non si trovano sul sito

Anche se non hai un’e-commerce avere un’app aziendale può rivelarsi una vera e propria svolta: rispetto al sito internet, l’app offre ai tuoi clienti delle feature aggiuntive che i tuoi clienti ameranno e che ti faranno distinguere dalla massa.

Un esempio?

Di recente abbiamo implementato per un nostro cliente un’app che permette agli utenti di scorrere i prodotti dividendoli per fasce di prezzo solo quando si trovano in negozio, una funzionalità che non è accessibile dal sito internet dato che non si tratta di un e-commerce.

Oltre a essere un ottimo motivo per scaricarla, questa feature offre ai clienti più affezionati un reale vantaggio che permette al brand di differenziarsi e lavorare sulla propria reputation, oltre a fornire ai clienti un beneficio concreto in fase di acquisto.

  1. Velocità di funzionamento

Essendo progettata appositamente per i dispositivi mobili, un’app funziona molto più velocemente di un sito internet caricato da mobile: questo perché le app salvano i dati localmente, mentre i siti utilizzano i server, allungando notevolmente i tempi di recupero delle informazioni.

Si stima che, in media, gli utenti abbandonano un sito internet dopo appena 3 secondi di attesa se il caricamento della pagina non è completo.

Un’app ben progettata può ridurre di ben 5 volte i tempi di attesa per il caricamento delle pagine: un vantaggio da non sottovalutare in un mercato in cui la la velocità è fondamentale per bruciare la concorrenza sul tempo.

  1. Libertà di progettazione

Un’app offre un ventaglio molto più ampio di possibilità di personalizzazione in fase di progettazione rispetto a un sito internet, perché non sono soggetti alle “restrizioni” dei browser.

Quando metti online un sito internet devi verificare che sia visibile e che funzioni correttamente su tutti i browser, da Internet Explorer (!) a Chrome, a Safari. Lo stesso vale anche per i siti mobile, perché anche su smartphone gli utenti usano diversi browser per navigare.

Le app mobile invece non sono soggette a queste restrizioni e possono essere progettate con una maggiore libertà, garantendo una fruizione ottimale da tutti i dispositivi: basta progettarle sia per Android che per iOS in modo da renderle disponibili anche per chi ha un iPhone.

  1. Possibilità di utilizzo offline

Uno dei grandi vantaggi offerti dalle app è la possibilità di lavorare offline: un sito internet richiede necessariamente una connessione per essere caricato, mentre le app sono in grado di lavorare in background offrendo all’utente la possibilità di utilizzare alcune funzionalità anche se il dispositivo non è connesso a internet.

Un esempio sono le banking app, che permettono di utilizzare strumenti complessi come il calcolo delle imposte anche se non sono connesse.

  1. Possibilità di personalizzazione

Per lo stesso motivo, ma anche per il fatto di essere installate su un device mobile e personale, le app permettono un elevato grado di personalizzazione dell’esperienza utente.

Attraverso un’app è possibile non soltanto monitorare la posizione degli utenti, il comportamento d’uso e gli interessi, ma anche chiedere all’utente di impostare le proprie preferenze, e in base a questi dati offrire un’esperienza personalizzata, ritagliata sulle singole esigenze.

In questo modo sarà possibile offrire a ciascun utente esattamente ciò di cui ha bisogno, nello specifico momento in cui ne ha bisogno, aumentando così le probabilità di convertire.

  1. Nuove forme di mobile marketing

Per i motivi fin qui elencati, l’app aziendale apre le porte a un mondo di sperimentazioni: potrai testare nuove forme di mobile marketing lavorando sulla personalizzazione e sul marketing one to one, attraverso l’invio di notifiche push con promo personalizzate, offerte limitate e altri vantaggi ritagliati sulle esigenze dei singoli consumatori.

10 buoni motivi per avere un’app aziendale: conclusioni

Insomma, un’app aziendale apre la porte a infinite possibilità di sperimentazione nell’ambito del mobile marketing: presto averne una sarà indispensabile per la maggior parte delle aziende. Il  nostro consiglio è di muoverti adesso: sarai un precursore e batterai la concorrenza sul tempo!

Che ne pensi?

Se hai deciso di investire nella realizzazione di un’app aziendale contattaci: ti forniremo un preventivo gratuito basato sulle tue esigenze!

SCRIVICI

Contatti
Emmemedia sas

Via Senna 3/5
50019 Firenze - Sesto Fiorentino
Numero Verde: 800 12 58 68
Via Pisciarelli 79
80078 - Napoli
Tel: 081 1914 3172

Emmemedia

Web Agency Napoli, Firenze
Via Pisciarelli, 79 Pozzuoli Italia 80078
081 1914 3172
Via Senna 3/5 Sesto Fiorentino Italia 50019
800 032 673

Latest posts @emmemedia
Blog:Ultimi Articoli

Lead Generation per le aziende B2B

Che cos’è la lead generation per il B2B e come le aziende possono andare a prendere nuovi clienti.

Email marketing per ecommerce: piccola guida all’uso

Email marketing per ecommerce: piccola guida all’uso per principianti e per scettici

Email Marketing 2016: tutti i dati dell’osservatorio Mailup

Mailup ha rilasciato un report annuale con tutti i dati sull’andamento dell’email marketing in Italia nel 2016. Li abbiamo analizzati per te